Domande & Risposte
Da quanto tempo viene eseguita la procedura All-on-4®?

Lo sviluppo del protocollo ha avuto inizio alla fine degli anni '90 con lo scopo di ripristinare i denti mancanti nei pazienti completamente edentuli senza utilizzare innesti ossei e con il minor numero di impianti possibili. Fino ad allora infatti la procedura più studiata ed utilizzata era la riabilitazione Toronto-Branemak che prevedeva 6 impianti ed estensioni distali molto lunghe.
Dall'unione degli sforzi e degli studi del Dr. Paulo Malò (CEO della Malò Clinc di Lisbona) e della NobelBiocare (la prima società produttrice di impianti dentali al mondo) viene realizzato l'impianto dentale NobelSpeedy Groovy e viene presentata al mondo con il primo articolo internazionale nel 2003 il protocollo All-on4® che può considerarsi l'evoluzione delle riabilitazioni tipo Toronto-Branemark che hanno oltre 20 anni di studi clinici e follow-up.
In Italia il primo intervento All-on-4® è stato eseguito nel 2004. Il Dr. Ciatti è stato tra i primi ad avvicinarsi a questa metodica.

Quanti All-on-4® sono stati eseguiti nel mondo?

Ad oggi nel mondo sono stati eseguiti centinaia di migliaia di riabilitazioni con questa metodica. Basti pensare che solo nella Malò Clinic di Lisbona ogni anno vengono posizionati più di 6000 impianti dentali. Ed in Italia numerosi clinici hanno appreso ed utilizzano questa metodica, il Dr. Ciatti è tra i chirurghi in Italia che hanno eseguito il maggior numero di riabilitazioni All-on-4®.

Quando una riabilitazione a carico immediato si può definire All-on-4® e chi è in grado di eseguirla?

Con questo termine si possono chiamare solo quelle riabilitazioni che seguono il protocollo chirurgico, protesico ed i materiali indicati dalla metodica ideata dal Dr. Paulo Malò. Per questo motivo è necessario aver seguito corsi presso la Malò Clinic ed avere una notevole esperienza chirurgica. È necessario un lungo periodo di preparazione di tutto il team odontoiatrico per poter realizzare con successo questa tecnica. Ad oggi sono pochi i centri in Italia che hanno questa preparazione, ma col passare degli anni grazie ai corsi organizzati dalla Malò Clinic, dall'Università di Milano, e dalla NobelBiocare aumenteranno. Anche il Dr. Ciatti è coinvolto nella divulgazione ed insegnamento di questa metodica.

Quali sono le differenze tra una dentiera ed una riabilitazione con protocollo All-on-4®?

La riabilitazione con metodica All-on-4® restituisce un sorriso nuovo, questo è fisso avvitato agli impianti. L'aspetto e la funzione sono il più simile possibile ai denti naturali. Una protesi totale o parziale è un dispositivo rimovibile che ogni sera andrebbe rimosso per la pulizia. Queste protesi proprio come la loro definizione non sono fisse possono quindi scivolare o cadere. Per questo motivo si è creato un mercato mondiale di paste adesive che comunque non risolvono completamente il problema in particolare per le protesi inferiori. All-on-4® fornisce al paziente denti fissi ( protesi avvitata su impianti). Essi possono essere rimossi solo dal dentista, devono essere spazzolati come denti naturali e deve essere utilizzato il filo interdentale anche se in modo differente.
Ad oggi è la riabilitazione che permette nel minor tempo e con il minor numero di interventi di ripristinare il sorriso più simile ai denti naturali in termini di aspetto e funzione.

Ad un mio conoscente hanno fatto una riabilitazione dell’intera arcata con 8 impianti. perchè la procedura All-on-4® ne utilizza solo 4?

Studi clinici e di laboratorio hanno dimostrato come 4 impianti posizionati secondo la Malò guide con il protocollo All-on-4® riescono a sostenere un'intera arcata dentale, proprio come 4 gambe sorreggono una sedia o un tavolo. Alcuni dentisti utilizzano ancora vecchie metodiche con 6 o 8 impianti ottenendo lo stesso risultato estetico ma con un tempo di trattamento più lungo e costoso. Maggiore è poi il numero di impianti maggiore è la difficoltà nella pulizia.

Un mio conoscente ha dovuto subire un intervento di rigenerazione/innesto dell’osso prima di procedere al posizionamento degli impianti. Nel protocollo All-on-4® è necessario eseguire innesti ossei?

Nella maggior parte dei casi (95% nella mandibola e 80% nel mascellare superiore) grazie a questa tecnica vengono evitati innesti ed incrementi dell’osso. Vengono infatti sfruttate quelle zone della bocca dove minore è il riassorbimento osseo, la parte anteriore della mandibola e della mascella. Gli impianti anteriori sono posizionati assialmente e quelli posteriori inclinati così da evitare nella mandibola i nervi alveolari e nella mascella i seni mascellari ed ottenere così il sostegno anche per i denti posteriori.

Un mio amico per ripristinare tutti i denti di una arcata è stato in cura più di un anno, con il protocollo All-on-4® quanto tempo è necessario?

In passato per riabilitare un'arcata completa era necessario inserire 6 o più impinati, innesti d'osso e fino a 18 mesi di trattamento prima di riavere una dentatura fissa. Questo significava che un paziente poteva essere spesso senza denti, dover portare una protesi mobile per un anno o più.
Con la procedura All-on-4® dopo una o due visite in cui si valuta e si studia il caso ( ortopantomografia, TC, foto, impronte, esami ematochimici) valutata la fattibilità dell'intervento, eseguendolo anche virtualmente con programmi come NobelGuide, si può programmare l'intervento. In quel giorno verranno posizionati gli impianti, estratti eventuali denti non recuperabili, realizzata la protesi provvisoria e quest'ultima verrà avvitata agli impianti dentali. Il paziente potrà quindi tornare a casa nel primo pomeriggio con i suoi nuovi denti fissi. Il paziente dovrà tornare per dei controlli nelle settimane e mesi successivi. Dopo sei mesi quando le gengive saranno completamente guarite e gli impianti osteointegrati si potrà procedere alla realizzazione della struttura definitiva. Verranno realizzate nuove impronte e con 4/6 appuntamenti si realizzerà il ponte definitivo che avrà all'interno una struttura in titanio. Ciò garantirà il massimo sostegno bellezza e funzione per il paziente.

Perchè non tutti i dentisti utilizzano il protocollo All-on-4®?

Perchè pur risultando semplice come trattamento per il paziente che lo deve ricevere risulta complessa la pianificazione e la sua realizzazione per il clinico. È infatti necessario creare un team equamente preparato per poter ripristinare in un giorno con il protocollo All-on-4® la dentatura fissa. Lo Studio Dentistico Ciatti è una delle strutture dove questo è possibile.

Qual è la percentuale di successo di questa procedura?

Studi clinici indicano un tasso di successo protesico del 100%, ed un tasso di successo implantare nella mandibola 98% e nel mascellare del 97-98% . Ciò significa che raramente un impianto può essere perso ma può essere riposizionato. In ogni caso il paziente comunque non deve ricorre a protesi mobile. I pazienti più a rischio sono i fumatori e quelli con scarsa igiene orale.

Che tipo di dieta devo effettuare dopo l’intervento con protocollo All-on-4®?

Per i primi quattro mesi dopo l’intervento viene raccomandata una dieta soft (morbida), per evitare di sovraccaricare eccessivamente gli impianti. Vanno quindi evitati cibi che necessitano di essere addentati con i denti anteriori come panini, noci, gomme da masticare.

Perchè è necessario posizionare prima della struttura definitiva una struttura provvisoria?

Il giorno dell’intervento verrà realizzato e posizionato il provvisorio fisso avvitato sugli impianti, questo segue un preciso schema occlusale, vi permetterà di masticare, di sorridere e vi darà un bel sorriso. Potrete ridere, parlare, fare sport, andare al lavoro senza dovervi preoccupare dei vostri denti. Questo provvisorio è realizzato completamente in resina che pone meno stress sugli impianti. Una volta che i tessuti gengivali saranno guariti e gli impianti osteointegrati (6 mesi) si può procedere alla realizzazione della struttura definitiva all’interno della quale sarà realizzata una travata in titanio. Questa darà il sostegno ai denti, e la passività assoluta alla struttura solidarizzando anche gli impianti. Particolare attenzione verrà poi data all’estetica appartando eventuali modifiche rispetto al provvisorio per migliorare il sorriso.

Ci sono alcuni casi in cui la procedura All-on-4® non si può applicare?

Questa procedura è indicata nei casi di mancanza completa dei denti o quando quelli presenti non siano più curabili. È così possibile non dover utilizzare protesi mobili o scheletrati. In alcuni casi può risultare dall'analisi dell Tc che l'osso residuo non è sufficiente neanche per questa tecnica, la percentuale di questi casi è comunque bassa, 5% nell'arcata inferiore e 15% nell'arcata superiore

Contattaci:
TRADATE
Studio Dentistico
Dott. Maurizio Ciatti
Tel : (0039) 0331 844507
Fax : (0039) 0331 844507
Via Cavour 45, 21049 Tradate (VA)
VARESE
Studio Dentistico
Dott.ri Maurizio e Alberto Ciatti
Tel : (0039) 0332 287198
Fax : (0039) 0332 287198
Via Gioacchino Rossini 2, 21100 Varese
LEGNANO
Studio Dentistico
Dott. Alberto Ciatti
(implantologia dentale)
Tel : (0039) 393 5042409
Piazza Ezio Morelli 7, 20025 Legnano (MI)
Ciatti Studio Dentistico, Dott. Maurizio Ciatti - Indirizzo: Via Rossini, 2 - 21100 Varese - P.IVA 00679090126